Tifare viola non deve essere una condanna

26 Ott

L’imbarazzante primo tempo di Torino è la conferma (se mai doveva essercene una) che molte cose non vanno nella Fiorentina. Sinisa Mihajlovich non ha in mano la squadra, non riesce a dargli quella personalità e quel carattere che era invece riuscito a dare al Catania, non riesce a dare la forza e la grinta necessaria ai suoi giocatori, lui che con la forza e con la grinta ha costruito la sua carriera di giocatore e di allenatore.
E questo conferma ancora una volta che non può essere solo colpa sua.
In campo (almeno nel primo tempo) c’erano almeno 8 cadaveri, senza orgoglio e senza dignità, che hanno fatto vedere solo nei primi 15 minuti del secondo tempo di che panni può vestirsi la Fiorentina.
Ma Jovetic, Behrami e Natali e le loro buone prestazioni rischiano di nascondere i veri problemi della squadra.
E’ inspiegabile il perché accadono (e sempre a noi) queste situazioni paradossali: non credo a chi dice che i giocatori remino contro l’allenatore (sarebbero demenziali e autolesionisti), non credo che l’allenatore non trasferisca gli schemi ai giocatori (ma quali schemi!!! quando hanno voluto abbiamo visto anche quelli), non credo che ci possano essere problemi di preparazione (hanno tutti sotto i 25 anni): c’è qualcosa che non conosciamo all’interno della squadra, qualcosa che sta uccidendo la voglia di giocare e di vincere, qualcosa che sta ferendo in modo grave il legame tra la città e la squadra.
Ecco perché occorre intervenire: sapendo che la cosa può avere effetti terapeutici come un elettroschock e che non è risolutiva della causa primaria di questo disastro, qualcosa che dia un segnale forte su come anche la Società non intenda accettare queste umiliazioni.
Qualcosa che riporti la Fiorentina da subito nella parte sinistra della classifica: ESONERO!!!
E che Dio ce la mandi buona!

Annunci

Una Risposta to “Tifare viola non deve essere una condanna”

  1. Simo 26 ottobre 2011 a 21:43 #

    Io resto convinto che l’esonero non sia la medicina giusta..chiunque arrivi non avrà la bacchetta magica. Certo, darà una scossa temporanea, ma poi? Se i problemi ci sono ritorneranno…
    Io aspetterei ancora un pò..il ritorno di Gilardino, il recupero prima possibile di Comotto, al posto di quello che sembra essere un lontano parente di un giocatore di Serie A (De Silvestri), saranno sicuramente dei fattori che consentiranno alla squadra di mostrare il suo vero valore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: